Ristrutturare casa: meglio un prestito o un mutuo?

Oggi grazie alle agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni, agli incentivi statali sulle riqualificazioni energetiche e ai costi delle bollette in crescita si sceglie sempre più spesso di ristrutturare casa. Questa scelta però talvolta risulta onerosa e difficile da supportare con propri risparmi…che fare allora?

Ricorrere ad un finanziamento per ristrutturare è possibile e sicuramente la scelta migliore è quella di optare per un mutuo ipotecario almeno per due ragioni:

  • tassi vantaggiosi (un prestito personale prevede un tasso medio che si aggira intorno al 6-7%, contro il tasso di un mutuo spesso al di sotto del 2%)
  • gli interessi passivi di un mutuo sottoscritto per ristrutturare la prima casa sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi

Se poi hai ancora un mutuo da pagare, nessun problema abbiamo anche la soluzione per poter rifinanziare quel vecchio mutuo ed inglobare la nuova somma necessaria per ristrutturare.

Ristrutturare casa accendendo un mutuo porterebbe:

  • ad una detrazione del 19% sugli interesse passivi del mutuo sottoscritto;
  • ad una detrazione del 50% sul costo della ristrutturazione effettuata;
  • ad una detrazione del 65% sul costo dei lavori destinati all’efficientamento energetico.

Chiamami e troverai la tua convenienza!