La polizza vita collegata al mutuo…conviene?Raccontiamoci la verità una volta per tutte!

Oggi in Italia l’assicurazione obbligatoria alla sottoscrizione del mutuo è solo quella incendio e scoppio dell’immobile, pagata dal cliente ma il cui beneficiario è la BANCA che incassa i soldi direttamente dalla compagnia assicurativa.

La polizza sul caso morte e invalidità invece che:

  • tutela una famiglia;
  • ha come beneficiari gli eredi e non la banca;
  • limiterebbe il danno dell’azzeramento del patrimonio della famiglia;
  • non annullerebbe tutti i sacrifici, finanziari e non, fatti da una famiglia per acquistare una casa e pagare puntualmente sempre il mutuo…

non lo ètanto la Banca male che vada, dopo 18 rate non pagate dagli eredi perchè il capofamiglia è deceduto oppure è rimasto invalido o inabile, toglie la casa con espropriazione esecutiva e la mette in vendita.

Lo sapevi? Ma non lo trovi pericoloso?

Quando mi appresto a fare la mia consulenza mi accorgo spesso che le scelte del cliente sono poco consapevoli in merito, erroneamente attento alla “rata” ma pochissimo attento alla sua sostenibilità in caso di eventi sinistri: morte, gravi malattie ed infortuni.

Mi chiedo quale sia il senso di acquistare una casa, se poi non ci si preoccupa di tutelare e mantenere questa casa qualsiasi cosa accada e rischiare di perdere tutto.

Mi sono data delle risposte:

  • Il cliente vede la polizza come un “costo” … Ma , come mai allora i costi davvero “morti”: perizia, istruttoria banca, polizza incendio e scoppio (spesso costi che sommati danno una cifra superiore rispetto ad una NOSTRA polizza vita) vengono affrontati serenamente e INVECE, una spesa detraibile sulla dichiarazione dei redditi come quella per la tutela del futuro di una famiglia, non viene proprio presa in considerazione?…Questa è “inconsapevolezza”…!
  • La banca spesso “richiede vivamente” a garanzia del mutuo la sottoscrizione delle SUE costose polizze … e si sa tutto ciò che viene richiesto quasi come fosse un obbligo non è mai ben visto dal cliente soprattutto poi se è oneroso. La giusta alternativa sarebbe affidarsi ad un consulente di una società di mediazione, come We Unit ad esempio, che offre sia  mutui convenienti confrontando più istituti di credito ma che soprattutto suggerisce polizze vita , inabilità, invalidità decisamente “low cost” per questioni legate al brokeraggio assicurativo che la caratterizza
  • Il cliente vede il rischio molto lontano da sè…cioè vede la morte o la possibilità di rimanere invalido accidentalmente,  poco probabili in un arco temporale trentennale. Mah… su questo risparmio commenti per scaramanzia ma soprattutto  perchè mi sembra un discorso privo di fondamento!

Alla luce del discorso CONSIGLIO di non sottovalutare mai e dico mai il vantaggio economico che darebbe una polizza vita o invalidità rispetto allo svantaggio che ne avresti qualora si verificasse in famiglia una disgrazia. Tutto solo per la tua INCONSAPEVOLEZZA.